Pillole di Accessibilità n.14: Bookingbility, la piattaforma di booking per tutti i viaggiatori

Il turismo accessibile è un mercato in forte crescita e, ad oggi, ci sono diverse imprese che stanno puntando su questo segmento, Annalisa Riggio fondatrice di Bookingbility ci spiega perché ha deciso di investire in questo settore.

I viaggiatori e i turisti con esigenze speciali, siano essi persone anziane o con disabilità, rappresentano un importante segmento del mercato turistico, le stime delle nazioni Unite parlano di circa 1 Miliardo di persone. Finora questo mercato non è stato sfruttato pienamente dagli operatori turistici professionali, ma da qualche anno a questa parte, sembra esserci una inversione di tendenza e sono molte le aziende che si stanno avvicinando al settore. Ne parliamo con Annalisa Riggio, socio fondatore di Bookingbility, la prima piattaforma di booking dedicata esclusivamente ai viaggiatori con esigenze speciali.

Perché hai scelto di investire in questo settore?

Navigando sui siti di booking-online, mi sono resa conto che l’offerta dedicata a questo target era piuttosto carente e che non era possibile per queste persone prenotare una stanza in tempo reale avendo accesso ad informazioni complete e dettagliate circa l’accessibilità della struttura, nella certezza di trovare poi a destinazione un luogo rispondente alla descrizione riportata sul sito.

Quali sono le esigenze di questi viaggiatori?

Principalmente il problema sono le informazioni perché nei normali portali on-line non sono specificate le informazioni di cui avrebbero bisogno le persone con disabilità quando viaggiano, come ad esempio la presenza di gradini o di barriere architettoniche nei percorsi che collegano le zone comuni dell’hotel.

Gli stessi albergatori non hanno contezza della reale accessibilità delle proprie strutture e, quindi, forniscono ai loro clienti informazioni non dettagliate o addirittura inesatte. Esiste, inoltre, una generale carenza di servizi accessori che potrebbero essere necessari all’ospite, come ad esempio la possibilità di noleggiare ausili o di richiedere servizi di assistenza infermieristica direttamente in hotel.

Secondo te, perché per gli operatori turistici tradizionali è così difficile approcciare questo segmento di mercato?

In primo luogo perché esiste la percezione, errata, che questi servizi siano richiesti solo da una percentuale minima di viaggiatori, in realtà la propensione al viaggio delle persone con esigenze speciali è molto alta, ma spesso il turista è frenato dalla paura di non riuscire a trovare a destinazione delle location accessibili e i servizi necessari a poter godere della vacanza in libertà ed autonomia. Inoltre, gli operatori di settore tendono a pensare che questi servizi interessino soltanto le persone con disabilità motoria, mentre spesso anche persone anziane o malate potrebbero trarre giovamento da un miglioramento generale dell’accessibilità dei luoghi.

Quado fai dei workshop per presentare bookingbility, quali sono i feedback degli albergatori?

Tendenzialmente sono sorpresi nel costatare quanto sia ampio questo mercato e c’è interesse nel volerlo approcciare, tuttavia molti operatori del settore non si sentono sufficientemente preparati o temono che le proprie strutture non siano adeguate ad accogliere questa tipologia di turisti.

Quali consigli ti senti di dare a quegli operatori che dovessero essere interessati al turismo accessibile?

In primo luogo è necessario approcciare il settore con una certa sensibilità, spesso andando oltre quelle che sono le prescrizioni della legge e la regolamentazione vigente.

Soprattutto è necessario tenere presente che le persone con disabilità sono viaggiatori come tutti gli altri, turisti che hanno gli stessi desideri in termini di località da visitare ed esperienze da fare, quello che cambia sono le necessità e la tipologia di servizi che è necessario mettere in campo per consentire loro di avere accesso alle stesse esperienze di viaggio.

Quindi per un albergatore, è fondamentale trattare questi clienti esattamente come gli altri, semplicemente con l’accortezza di proporre dei servizi ad hoc che possano mettere a proprio agio l’ospite. Per fare alcuni esempi, è possibile offrire la possibilità di selezionare pasti senza glutine o di accedere a menù specifici che vengano incontro alle necessità delle persone allergiche, o diabetiche o ipertese. Tutti questi accorgimenti, certamente non sono contenuti nelle prescrizioni di legge, ma possono rappresentare un elemento distintivo per la struttura che contribuisce a renderla maggiormente appetibile da dei segmenti di mercato specifici.

Come possono fare gli albergatori ad iscriversi alla vostra piattaforma?

Iscriversi alla piattaforma è semplicissimo, basta andare sul nostro sito https://welcome.bookingbility.com, non appena avremo raggiunto una massa critica sufficiente di strutture ricettive il portale andrà on-line.

 

 

 

 

 

E’ un servizio di web booking dedicato ad operatori turistici professionali attraverso il quale tour operator, agenzie di viaggio e hotel possono prenotare servizi di assistenza alla persona e noleggio ausili per i loro clienti con esigenze speciali. Per prenotare i nostri servizi registrati sul sito www.bedandcare.com.

Scopri i nostri servizi


Sei una azienda che lavora nel terzo settore e offre servizi a persone con disabilità o anzianie ?

Aderendo al nostro network potrai avrai l'opportunità di vendere i tuoi servizi anche sul mercato turistico.

L'iscrizione al network Bed&Care è completamente gratuita!

Contattaci subito e scopri i vantaggi che ti offre il network Bed&Care


 

 

 

 

 

 

 

Bookingbility è una piattaforma di prenotazione on-line in tempo reale di sole strutture adatte a ospitare persone con disabilità o esigenze speciali, non solo persone con disabilità motoria, ma anche persone con disabilità sensoriali o intellettive. Grazie a bookingbility cercare una stanza adatta alle proprie esigenze è molto semplice perché nel portale vengono selezionate solo strutture accessibili validate e catalogate dal nostro staff in funzione delle specificità di ciascuna.