Pillole di Accessibilità n.16: Alla scoperta di "Orizzonti di Riflessione", un’agenzia di viaggi che ha deciso di lanciare un brand dedicato al turismo accessibile

Quali sono le difficoltà che incontrano gli agenti di viaggio nell’affrontare le esigenze dei viaggiatori con disabilità? E’ possibile creare una filiera del turismo accessibile? Ne parliamo con Donatella Segarizzi, la fondatrice di “Orizzonti di Riflessione”.

Continuiamo il nostro viaggio nel mondo del turismo accessibile, scoprendo il punto di vista di un’agenzia di viaggi che ha deciso di lanciare un brand dedicato a questo target e che sta puntando molto sullo sviluppo del settore con una offerta inclusiva e molto innovativa.

Donatella tu collabori da sempre con l’ agenzia Tropicana Viaggi, cosa ti ha spinto a lanciare il brand Orizzonti di Riflessione?

Orizzonti di riflessione è nato nel 2010 come brand dedicato al turismo spirituale la cui meta principale era Medjugorje e tutti i luoghi di interesse spirituale. Portando avanti questa attività, abbiamo cominciato a ricevere  richieste da parte di viaggiatori con disabilità motoria che desideravano approfittare della nostra offerta. Questo è stato il primo contatto con il mondo della disabilità e da lì abbiamo iniziato a interessarci al settore e ad espandere la nostra offerta anche a viaggi e vacanze di natura diversa: soggiorni al mare, escursioni e viaggi culturali.

Tutto nasce comunque dalla nostra passione e dalla nostra voglia di comprendere un mercato, ad oggi, scarsamente esplorato ad alto potenziale come quello del turismo accessibile.

Come si inserisce la vostra proposta nel panorama dell’offerta turistica attuale, in cosa vi differenziate dagli altri tour operator?

Orizzonti di riflessione è specializzata nello strutturare viaggi di gruppo in Italia e all’estero dedicati a viaggiatori con bisogni speciali, questo tipo di proposta risponde a due esigenze specifiche che abbiamo individuato sul mercato e alle quali abbiamo pensato di offrire una risposta concreta. In primo luogo la necessità di offrire opzioni di viaggio il cui prezzo sia in linea con le proposte dedicate agli altri viaggiatori. Oggi, una persona con disabilità motoria che decide di intraprendere un viaggio non ha a disposizione questo tipo di opzione e il costo aggiuntivo che deve sostenere per viaggiare da sola porta a più che raddoppiare la spesa che la famiglia si trova ad affrontare, portando la persona a rinunciare al viaggio.

In secondo luogo, per sua natura, il viaggio di gruppo favorisce la socializzazione, l’integrazione e la condivisione delle esperienze che si fanno durante il soggiorno. In questo senso, è importante sottolineare il carattere fortemente inclusivo della nostra proposta, i nostri viaggi, pur essendo organizzati con una attenzione particolare ai temi dell’accessibilità, sono viaggi per tutti in cui le esigenze specifiche del turista con disabilità possono essere affrontate e coesistere con le necessità di tutti gli altri viaggiatori.

L’Italia, come destinazione, come si colloca nel panorama europeo e globale? Siamo una meta fruibile per viaggiatori con esigenze specifiche?

Purtroppo non molto, il nostro paese ha una storia antica e molte città e luoghi di interesse storico artistico, per l’epoca in cui sono stati realizzati, chiaramente, non rispondono alle esigenze soprattutto di viaggiatori con ridotta mobilità. Da qualche tempo la sensibilità è aumentata e anche le località italiane  si stanno attrezzando per ridurre le barriere architettoniche o, comunque, offrire delle soluzioni per superarle rendendo più fruibili le diverse destinazioni. Certamente c’è ancora molto da fare, ma già il fatto che se ne parli è importante perché questo contribuisce a creare una sensibilità collettiva verso questi temi.

Focalizziamoci sull’incoming, qual è l’identikit del turista con esigenze particolari che sceglie il nostro paese? Da dove viene? Quali location predilige e, soprattutto, cosa si aspetta di trovare?

Al momento la richiesta che abbiamo viene maggiormente da turisti italiani che viaggiano in Italia o che desiderano visitare altri paesi, al momento, ancora non ci siamo dedicati al mercato estero. In questo senso, a mio avviso, bisognerebbe ragionare in un’ottica di filiera in cui le realtà che come la nostra sono molto focalizzate sulla capacità di rispondere alle esigenze di un target specifico, collaborano con altri tour operator e operatori del segmento incoming per proporre delle soluzioni di viaggio anche ai turisti stranieri che scelgono l’IItalia.

 Lavorare con realtà come la nostra offre la certezza di lavorare con persone competenti che  conoscono le esigenze dei viaggiatori con necessità specifiche e sanno come gestirle nei diversi  contesti.

 

 Donatella Segarizzi, agente di viaggio che lavora nel settore dal 1995. Dal 2010 assieme a  Paola Speccher , che gestisce l’agenzia dalla sua apertura nel 1985,  ha lanciato il brand  Orizzonti di Riflessione che è dedicato al turismo spirituale, ai cammini e al turismo  accessibile.

 www.orizzontidiriflessione.net – contact: donatella@tropicana.it

 

         

Bed&Care è un servizio dedicato agli operatori turistici professionali attraverso il quale tour operator, agenzie di viaggio e hotel possono prenotare servizi di assistenza alla persona e noleggio ausili per i loro clienti con esigenze speciali. Per prenotare i nostri servizi registrati sul sito www.bedandcare.com.

       Scopri i nostri servizi


Sei una azienda o un operatore turistico? Aderendo al nostro network potrai entrare in contatto con i viaggiatori che hanno bisogno dei tuoi servizi durante la vacanza!

L'iscrizione al network Bed&Care è completamente gratuita!

        Approfitane! Registrati     Subito